Bavaglio Telematico

E’ di questi giorni l’approvazione da parte del Parlamento del discusso disegno di legge 1415A in materia di intercettazioni e la rete potrebbe farne le spese rischiando di essere “chiusa per rettifica”. Si tratta di quello che i media fanno passare appunto sotto il nome di decreto intercettazioni, senza preoccuparsi di esplicare tutti i punti del decreto, uno dei quali andrebbe ad intaccare in maniera drammatica la libertà di pensiero raggiunta con l’avvento e lo sviluppo di internet. Come scrive Ernesto Belisario promotore della petizione No alla rettifica per tutti i “siti informatici”: “Si tratta del contenuto del comma 28 dell’art. 1, la cui infelice formulazione – ammesso anche che tale non fosse l’effettiva volontà del suo estensore – rischia di determinare un’inammissibile limitazione della libertà di manifestazione del pensiero in Rete che spingerebbe, rapidamente, l’Italia in una posizione ancor più arretrata di quella che attualmente occupa (è quarantaquattresima) nelle classifiche internazionali sulla libertà di informazione.
La citata previsione, infatti, sembrerebbe assoggettare il responsabile di qualsiasi “sito informatico” allo stesso obbligo di rettifica che la Legge sulla stampa (n. 47 dell’8 febbraio 1948) pone a carico del direttore responsabile delle testate giornalistiche.
L’omesso adempimento a detto obbligo entro 48 ore – esattamente come accade nel caso di una testata giornalistica – comporterebbe per il responsabile del sito informatico la condanna ad una sanzione pecuniaria fino a 25 milioni di vecchie lire.”
Ciò sta a significare che chiunque potrà chiedere la rettifica del contenuto di una pagina web e questa rettifica dovrà avvenire entro 48 ore pena una sanzione pecuniaria. E questo vale per “blogger, gestori di newsgroup, piattaforme di condivisione di contenuti e a chiunque possa rientrare nella vaga, generica e assai poco significativa definizione di “gestore di sito informatico” -scrive Guido Scorza in Chiuso per Rettifica su punto-informatico.it, che continua – “gestire le richieste di rettifica, valutarne la fondatezza e, eventualmente, darvi seguito è un’attività onerosa che mal si concilia con la dimensione “amatoriale” della più parte dei blog che costituiscono la blogosfera e rischia di costituire un elemento disincentivante per un blogger che, pur di sottrarsi a tali incombenti e alle eventuali responsabilità da ritardo (una multa da 25 milioni di vecchie lire per aver tardato a leggere la posta significa la chiusura di un blog!), preferirà tornare a limitarsi a leggere il giornale o, piuttosto postare solo su argomenti a basso impatto mediatico, politico e sociale e, come tali, insuscettibili di “disturbare” chicchessia. Allo stesso modo, il gestore di una piattaforma di condivisione di contenuti o, piuttosto, di social networking che, per definizione, non produce le informazioni che diffonde, ricevuta una richiesta di rettifica non potrà, in nessun caso, in 48 ore, verificare con l’autore del contenuto la veridicità dell’informazione diffusa e, quindi, l’effettiva sussistenza o meno dell’azionato diritto di rettifica.”
Questo significa che essere blogger, gestori di siti, diventerà più problematico e meno libero, scoraggiando quelle persone che provano a usare questo strumento magnifico che è la rete, come mezzo di informazione e libera circolazione delle idee. Una legge degna di Cina e Birmania.

Prima le ronde, poi il bavaglio telematico, dove sta andando questo paese?

Invito tutti a firmare la petizione da spedire ai senatori, provando a fermare il DDL prima che sia troppo tardi. In parlamento è già passato, ora dovrà andare in Senato. Potete firmare qui

Se volete approfondire interessanti informazioni le trovate su questi due articoli:

http://punto-informatico.it/2641517/PI/Commenti/chiuso-rettifica.aspx

http://lucasirianni.wordpress.com/2009/06/16/rdl-la-rete-delle-liberta/

Saluti a tutti

Annunci

Nessuna Risposta to “Bavaglio Telematico”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: