Se po’ fa’

Stiamo andando verso la chiusura di questa campagna elettorale, che ha visto in campo tutte le forze contendersi i voti all’ultimo sangue. Domani (Venerdi) gli affondi finali. Squilli di campanelli, telefonate, email, volantini, lettere e manifesti travolgeranno i poveri elettori come una valanga in montagna d’estate. Anche io, causa sopravvivenza elettorale, non potrò fare a meno di dare il mio contributo per sommergere i votanti nell’ultimo giorno disponibile alla ricerca degli ultimi consensi.
Fiumi di parole, strette di mano e sorrisi astrali, per settimane hanno stordito i cittadini per orientarli alla scelta del candidato giusto. Di promesse se ne sono fatte a iosa, alcune di queste, reali, dettate da quella candida ingenuità di chi vorrebbe veramente fare qualcosa di buono per la comunità, altre, surreali, dettate dalla personalità naif di alcuni candidati, altre, irreali, dettate solo dalla furbizia (o presunta tale) di chi vuole carpire soltanto qualche preferenza in più. A proposito di questi ultimi mi viene in mente una frase di Otto Von Bismark (politico tedesco della seconda metà dell’800) letta ultimamente: “Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia.” Però potrebbe andar bene anche un’altra di Nikita Chruscev (politico russo del 900): “I politici sono gli stessi in tutto il mondo: promettono di costruire un ponte anche se non c’è alcun fiume.”
Comunque sia spero che gli elettori siano in grado di capire chi parla con il cuore e chi racconta fandonie. E in virtù di questo sappiano decidere tranquillamente e avere il coraggio di cambiare registro. E’ la volta buona.
Lo ha dimostrato anche il comizio del pomeriggio, contornato da interventi importanti, da un ottimo discorso del Dott. Potestio e concluso da un finale esplosivo in cui Serenella Pallottini con una carica eccezionale ha incarnato questa volontà di cambiamento che è propria della gente e che possiamo respirare nell’aria del paese.
Non abbiate paura. Nessun vi può far male. Voler bene al proprio paese non è un peccato o un reato. Scegliete serenamente, sostenete il cambiamento.
Se po’ fa’.

Buonanotte

Annunci

Una Risposta to “Se po’ fa’”

  1. …”yes, we can!”

    …”I wish you…!”

    …”I hope…!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: