Lungimiranza

Ogni volta che si prende in mano un programma elettorale, nella maggior parte dei casi, vi si trovano cose meravigliose. Gli effetti speciali si sprecano e vengono sparati a titoli cubitali. Non che ci sia niente di male nel voler far gridare di meraviglia il mondo intero realizzando certi progetti, ma il problema è che spesso vengono impostati come priorità e che quasi sempre vengono disattesi. Spesso cose di necessaria importanza, invece, vengono relegate nelle pagine finali con un tributo di poche righe.

Una cosa su cui non ci si sofferma troppo è lo stato della rete idrica, forse perchè non ha un effetto immediato, forse perchè non è molto cool, comunque sia si preferiscono altri argomenti che fanno più “immagine”.

Analiziamo il problema: la rete idrica di Tuscania è ridotta in uno stato pietoso, gli interventi straordinari sono all’ordine del giorno e va da se che la manuntenzione ordinaria e straordinaria pesa, e non poco, sull’aministrazione e sui cittadini che pagano il servizio.

Uno dei compiti primari della nuova amministrazione sarà proprio quello di prendere provvedimenti a riguardo. Anche questo è un impegno che voglio prendermi con la gente e che farò di tutto per non disattendere: lotterò tenacemente per cercare di risolvere il problema insieme all’amministrazione tutta. Come prima si potrebbe fare un monitoraggio dell’intera rete per poi poter pianificare gli interventi e risanare la situazione. Certo che la soluzione migliore, la soluzione finale, potrebbe essere quella di rifare in todo la rete. Bisognerebbe cercare i fondi necessari alla realizzazione, o convogliarci fondi che dormono in regione da anni.

Affrontare un’opera del genere sarebbe certo problematico e i cantieri potrebbero portare qualche momentaneo disagio, ma porterebbero anche lavoro e forse si potrebbero poi abbassare le tariffe per il servizio, con grande beneficio dei cittadini. Con una rete rimessa a nuovo le spese di manutenzione sarebbero notevolmente minori e l’interventi straordinari tenderebbero allo zero. Quanti soldi risparmierebbero le amministrazioni negli anni futuri? E i cittadini potrebbero avere un servizio degno tutto l’anno, anche d’estate quando in alcune zone viene solo “‘n pisciolino d’acqua”. E quanta acqua non si sprecherebbe!!
Di certo un intervento simile non rimarrebbe una cattedrale nel deserto e la sua fruibilità per i cittadini di Tuscania sarebbe diretta. E anche se ci volessero molti mesi, non saremmo costretti a consegnare la nostra acqua, bene primario per la vita, a qualche società privata, che col passare degli anni ci farebbe pagare a caro prezzo la gestione di questo prezioso elemento vitale.

Sono queste le cose su cui dobbiamo lottare, dobbiamo crederci fortemente, per il bene nostro e dei nostri figli.

L’acqua è vita!!
Buonanotte.

Annunci

Nessuna Risposta to “Lungimiranza”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: